Un’altra comune forma di depressione è il Disturbo Bipolare, conosciuto anche come depressione maniacale. In questi casi le fasi di depressione si alternano a fasi di euforia e di eccitazione. La mania può essere considerata l’altra faccia della depressione e si manifesta con stati di eccitazione euforicasuperiorità rispetto agli altriidee esageratamente ottimistiche e progetti irrealisticamente ambiziosi, per un tempo superiore ad una settimana. 

In questi casi, per una corretta diagnosi, è fondamentale rivolgersi ad uno psichiatra, che sarà in grado di prescrivere il percorso più indicato.

Le persone che soffrono di disturbo bipolare passano periodi di grave depressione alternati a periodi di mania (sentimenti di euforia accompagnati da comportamenti impulsivi e rischiosi).

Gli episodi maniacali e depressivi devo essere compresenti anche se in modo alternato e devono significativamente interferire con il funzionamento dell’individuo nella vita quotidiana.

Nei disturbi bipolari a seconda della durata dei sintomi e della loro intensità si distinguono i Disturbi ipomaniacali, Episodi misti con prevalenza di sintomi maniacali o depressivi e Ciclotimia. In tutti questi casi devono essere presenti oscillazioni dell’umore (mania e depressione) intervallati da periodi di stabilità emotiva. 

 

Sintomi maniacali

  • Umore euforico, espansivo irritabile;
  • Ridotto bisogno di dormire (meno di tre ore) senza affaticamento;
  • Maggiore loquacità;
  • Fuga delle idee;
  • Distraibilità, scarsa capacità di giudizio e dei rischi e difficoltà di concentrazione;
  • Iperattività fisica e mentale (pensare a tante cose in modo frenetico, parlare in modo frenetico, non riuscire a stare fermi);
  • Eccessivo coinvolgimento in attività ludiche o in comportamenti irresponsabili e rischiosi (sperpero di denaro, impulsività sul lavoro, guida spericolata, sessualità promiscua).

 

Sintomi depressivi

  • Prolungata tristezza, immotivati e improvvisi scoppi di pianto oppure di rabbia;
  • Preoccupazioni ricorrenti, agitazione e ansia;
  • Indifferenza, apatia, pessimismo;
  • Marcate alterazioni delle abitudini alimentari e del sonno;
  • Riduzione significativa del livello di energia e stanchezza;
  • Sensi di colpa e svalutazione;
  • Incapacità a concentrarsi e indecisione;
  • Perdita di interesse per le attività abituali;
  • Evitamento sociale e relazionale;
  • Dolori fisici in assenza di una spiegazione fisiologica;
  • Pensieri di morte e suicidio.